Test Eventi

 

 

Io che ho segnato da sconfitto ed ho sbagliato nell’esatto
Che ho condiviso la mia pena con fantasmi di lenzuola
Come chi chiede per le strade perché si è perso
Io ho chiesto minime emozioni all’universo
Io con la stessa fantasia di una camicia d’altri tempi
Io seminavo la follia nei più rigogliosi campi
E come chi chiede perdono perché si è perso
Io chiedo a te che sei la via per l’universo
Vienimi ad amare nello spazio siderale
Tra la luce più violenta che ci sia
E non è mica colpa mia
Se tutto questo è eccezionale
Se il potere micidiale di brillare è così semplice, possibile
Io che credevo di capire
Ma non era mai abbastanza
Che ho combinato appuntamenti
Per purissima incoscienza
Come chi chiede per le strade perché si è perso
Io ho chiesto minime emozioni all’universo
Io che guardavo con la bocca e mangiavo coi miei occhi
Io che coglievo la tua frutta e ti ridavo i rami secchi
E come chi chiede perdono perché si è perso
Io chiedo a te che sei la via per l’universo
Vienimi ad amare nello spazio siderale
Tra la luce più violenta che ci sia
E non è mica colpa mia
Se tutto questo è eccezionale
Se il potere micidiale di brillare
È così semplice, possibile
Vienimi ad amare nello spazio siderale
Tra la luce più violenta che ci sia
E non è mica colpa mia
Se tutto questo è eccezionale
Se il potere micidiale di brillare
È così semplice, possibile
Vienimi ad amare nello spazio siderale
Tra la luce più violenta che ci sia
E non è mica colpa mia
Se tutto questo è eccezionale
Se il potere micidiale di brillare
È così semplice, possibile

 


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Posso aiutarti?